Proteggi il cane dal caldo

Cane che attraversa la spiaggia

Razze di cane che soffrono il caldo

I cani soffrono il caldo molto più di noi uomini. Il caldo oltre che farli soffrire gli può cagionare anche gravi danni alla salute, che partono da vomito a svenimenti, fino al vero e proprio collasso. Basta qualche piccolo accorgimento per evitare questo. Non dimentichiamoci mai di lui, come lui non si dimenticherebbe mai di voi.

Innanzitutto esistono cani che soffrono il caldo più di altri. Verrebbe subito da pensare a razze com l’Husky o il San Bernardo, nati per vivere in ambienti freddi. E questo è senz’altro vero, ma ancor di più a soffrire il caldo sono i cani a muso corto, come i bulldog, il carlino o il boxer, che hanno già di suo gravi difficoltà respiratorie. Ad aggravare il tutto ci possono essere anche l’età dell’animale (quanto più un cane e vecchio tanto più soffre il caldo) e il suo stato di salute.

Qualunque sia il vostro cane e qualunque sia il suo stato di salute, ecco alcuni consigli da seguire per evitare che possa avere un colpo di calore:

Acqua a volontà

Verificate che ci sia sempre acqua nella sua ciotola e, se andate a spasso, portatevi dell’acqua per lui. Se passate vicino a fontane o torrenti lasciate pure che ci sguazzi dentro se ne ha voglia (e se il regolamento lo consente… e se l’acqua in questione non è contaminata da veleni…). L’acqua è la prima forma di difesa contro il caldo (ma va?)

Evitiamo di fargli fare sforzi

Inutile dirlo: non fatevi un giro in bicicletta con cane appresso alle 2 di un pomeriggio d’agosto. Non credo che debba darveli io certi consigli, ma nel dubbio lo scrivo lo stesso. Nelle ore calde è meglio evitare di fare sforzi, per voi e per lui.

Evitate di lasciare il cane in auto

Dio mio, a volte vedo auto parcheggiate con cani disperatamente affacciati al finestrino. E le vedo ferme anche per lungo tempo. A parte che andate a rischiare una grossa multa, ma vi immaginate quanto soffre quella povera bestia? Se prevedete di passare 3 ore dall’estetista lasciatelo a casa o ad un amico, ma non a cuocersi in auto.

Il cane in spiaggia

Se lo portate in luoghi come la spiaggia fate attenzione: non sono adatti a lui. Allora attenzione: come detto sopra sempre una ciotola d’acqua, tenetelo sotto l’ombrellone e, se lo portate a spasso, lasciate pure che cammini con le zampe in acqua. Fa bene a noi e farà bene anche a lui. Insomma, che la giornata in spiaggia non si trasformi in una tortura. Ricordate poi di andare in spiagge dove è consentito l’accesso agli animali e di portarvi appresso tutto il necessario per raccogliere eventuali deiezioni. Non vi dimenticate che in una spiaggia la gente cammina scalza.

Amore per il cane

Vale più di ogni altra cosa. Se volete bene al vostro animale e se imparate a comunicare con lui, capirete anche quando ha caldo, sete, fame o voglia di giocare. Si tratta di costruire un rapporto giorno per giorno, di imparare dai loro piccoli gesti e di riuscire ad interpretare le loro richieste. Ed è questo uno dei motivi per cui gli animali ci rendono più ricchi. Perché capire il loro amore ci obbliga a

Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *