La congiuntivite del cane

La congiuntivite del cane

Le Malattie Degli Occhi Nel Cane

La congiuntivite è un disturbo molto frequente. Si tratta di una malattia infiammatoria che può avere diverse cause. Colpisce la membrana congiuntivale che comprende tutte le palpebre e la superficie del bulbo oculare. Talvolta può essere un disturbo lieve facilmente trattabile, in altri casi potrebbe celare malattie dell’occhio ben più gravi.

 

Cause della congiuntivite nel cane

Le cause si possono suddividere in infettive e non infettive.

Quelle di natura infettiva sono:

• infezioni batteriche;
• infezioni virali;
• infezioni fungine;
• parassiti all’interno dell’occhio.

Quelle di natura non infettiva sono:

• corpi estranei all’interno dell’occhio;
• contatto con sostanze irritanti;
• eccessiva secchezza oculare;
• traumi (ad esempio graffi, colpi, ecc.);
• allergie.

I fattori che contribuiscono alla predisposizione dell’infiammazione sono:

• ostruzione del canale lacrimale;
• particolari conformazioni anatomiche dell’occhio.

Classificazione

Esistono diverse tipologie di congiuntivite un base alla causa scatenante:

Cane con congiuntivite

  • la congiuntivite batterica;
  • la congiuntivite virale;
  • la congiuntivite fungina;
  • la congiuntivite parassitaria
  • la congiuntivite irritativa
  • la congiuntivite traumatica
  • la congiuntivite allergica.

Secondo la classificazione basata sui sintomi è possibile distinguere:

  • la congiuntivite purulenta;
  • la congiuntivite sierosa;
  • la congiuntivite follicolare.

Sintomi

I sintomi tipici sono:

• arrossamento oculare;
• gonfiore;
• prurito;
• eccessiva lacrimazione;
• produzione di un secreto.

Raramente tale patologia provoca dolore, tuttavia il prurito può essere così intenso da spingere il cane a grattarsi con insistenza, aumentando il rischio di procurarsi lesioni. Il cane pertanto può essere portato a tenere l’occhio chiuso, parzialmente o del tutto.

Diagnosi

Se si teme che il proprio cane abbia la congiuntivite, sarebbe meglio recarsi dal veterinario. Questo dovrà determinare quale area oculare è infiammata e valutare la presenza di altri corpi estranei. In assenza di questi, al fine di determinare la causa scatenante, il veterinario può decidere di analizzare l’eventuale materiale secreto o ricorrere all’esecuzione di alcuni test.

Rimedi

In caso di infezzioni, il trattamento deve essere mirato all’eliminazione del microorganismo patogeno, perciò il veterinario potrà prescrivere farmaci antibiotici, antifungini, antivirali o antiparassitari.
Una congentivite allergica può essere curata con farmaci antistaminici.

Tutti questi medicinali possono essere in forma di colliri o in forme farmaceutiche adatte alla somministrazione orale.
Per ridurre lo stato infiammatorio sono utili i farmaci cortisonici.

Sarebbe inoltre opportuno effettuare dei lavaggi oculari con soluzioni detergenti.

Rimedi Naturali

Se la situazione non è tragica, si può agire con degli impacchi con camomilla o malva fredda, più volte al giorno, mentre localmente può essere applicato un collirio a base di eufrasia. Il modo migliore sarebbe bagnare l’occhio con echinacea tm più volte al giorno. In presenza di secrezioni, però, l’unica soluzione è recarsi dal veterinario.

Prevenzioni

Alcune precauzioni possono ridurre la possibilità di casi futuri di congiuntivite. è importante pertanto tenere gli occhi del proprio cane puliti, anche tenendolo lontano da potenziali allergeni e cose irritanti per evitare l’irritazione oculare.

Vi sono vari prodotti in commercio per prevenire questo disturbo, per esempio detergente per occhi, panni detergenti per lacrime e lozioni per la pulizia degli occhi, facilmente reperibili nel nostro sito.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *