Il topo ballerino e la fine del difficile rapporto topo-uomo

L'uomo nutre da sempre una naturale repulsione verso topi, ratti e animali simili. Mi sono chiesto spesso quale possa essere la ragione, e mi sono formulato una teoria (assolutamente non scientifica!). Nel corso della storia i topi sono stati portatori di terrificanti epidemie, basti pensare alla peste nera che ha sterminato un terzo della popolazione europea circa 700 anni fa. Ecco allora che, quando ancora la chimica non aveva fatto i progressi che conosciamo, l'istinto si sopravvivenza, ci ha creato una repusione istintiva verso questi animali, al fine di proteggerci dal contagio. Chissà se ho indovinato. Ma topi e ratti non sono "tossici" di natura, è normale che animali che vivono nelle discariche o luoghi simili siano infetti da una miriade di parassiti, ma questo non vale per i roditori che ci alleviamo in casa. E, se da un lato nutriamo un istintivo terrore di fronte ad una pantegana, come non intenerirci di frone ad un topo ballerino? 

Una casetta per il topo ballerino

Il topo ballerino è un animaletto davvero simpatico. Credo che debba il suo nome al fatto che non riesce a stare fermo nemmeno un secondo, è sempre in attività! È un animale stupendo. La cosa bella è che non smette di ballare nemmeno quando lo tenete in una mano. È sempre in attività. Siccome, per quanto bella sia questa bestiola, non la potete tenere in mano tutto il giorno e siccome è assai pericoloso lasciarla scorazzare libera (pericoloso per lei non per noi), sarà utile che gli procuriate una gabbia adeguate. Ma fate attenzione, vi prego, non una gabbia generica, magari una gabbia per conigli che "tanto è uguale", ma una casetta specifica per loro.

Scliegliete una casa sicura

Sono animali carini ed affettuosi, ma anche molto delicati. Inoltre sembra che abbiano un naturale istinto per cacciarsi nei guai, per infilarsi dentro buche, fessure, spigoli e quant'altro. Quindi prendete una gabbietta, riempitela di gadget per farlo giocare, ma evitate una gabbia dove possa rimanere incastrato da qualche parte. È bello vederlo giocare quando sapete che sta giocando in sicurezza.

Qualità, pulizia e igiene

Mi raccomando poi: vi ho detto che è un mammifero e, come accennato nell'introduzione, che è anche  potenziale portatore di parassiti. Quindi, vi invito a curare molto l'igiene della gabbia. Per rendere la cosa più semplice e veloce vi consiglio una gabbia fatta di materiali di qualità, quidni facili da disinfettare, e facile da pulire. Deve anche essere fornita di vasca inferiore estraibile, in modo da poterla svuotare e lavare con facilità.

    0 Prodotti

 
Recensioni
PET-BLOG

PET-BLOG

Dai una zampa !
Raccolta Punti